Bologna, venerdì 28 gennaio: presidio contro l'Alternanza scuola-lavoro, ore 15 piazza Nettuno

Bologna -

USB Scuola aderisce alle mobilitazioni studentesche contro l'alternanza scuola-lavoro, contro il Pcto e contro un modello di formazione professionale che invece di trasmettere conoscenza e potenziare le attitudini degli studenti li educa ad abituarsi a un mondo del lavoro in cui saranno sfruttati, sottopagati e costretti a rischiare la vita ogni giorno. 

Dal 1 gennaio 2021 a oggi, l'Italia può vantare, infatti, la cifra record di 1405 morti sul lavoro, frutto di una politica che, in nome della logica del profitto, schiaccia i più deboli e sacrifica la tutela della salute del lavoratore (e dello studente in stage o in alternanza.) 

Studenti di quindici anni come Lorenzo non possono essere mandati allo sbaraglio, senza aver completato gli studi, da soli o con un tutoraggio saltuario, in aziende che non praticano la sicurezza sul luogo di lavoro e non prestano alcuna attenzione al percorso formativo dello studente, che, è bene ricordarlo, non va a fare il Pcto per lavorare gratis ma, al contrario, perché venga praticato e rispettato fino in fondo il proprio diritto allo studio. Un diritto purtroppo vincolato, nella scuola pubblica, alla famigerata Legge 107,  che ha creato definitivamente la scuola della competenza e dell'alternanza, e della subalternità alle imprese.

Per questo ci schieriamo insieme alle studentesse e agli studenti per l'abolizione dell'Alternanza scuola lavoro, rivendicando una scuola realmente inclusiva, sicura e senza sfruttamento.

A seguito del presidio ci sposteremo sotto la Prefettura in piazza Roosvelt per sostenere lo sciopero della sanità e la giornata di mobilitazione nazionale contro il governo.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati