Coronavirus, alla Bartolini di Caorso il primo sciopero per il mancato rispetto delle regole sulla sicurezza

Nazionale -

Lunedì sera, dopo l’annuncio da parte del presidente del Consiglio Giuseppe Conte del DPCM con il quale tutta l’Italia viene dichiarata “zona di sicurezza” – una misura opportuna per la tutela della salute dei lavoratori e dei cittadini - l’Unione Sindacale di Base ha proclamato lo stato di agitazione in tutti i magazzini della logistica, invitando i lavoratori a segnalare le situazioni nelle quali siano messe a rischio la salute e la sicurezza.

Come conseguenza questa mattina USB Logistica ha proclamato lo sciopero dei lavoratori della Bartolini di Caorso (Piacenza), dove non sono rispettate le prescrizioni contenute nei decreti governativi: non solo il magazzino e i mezzi non sono stati sanificati, ma mancano i dispositivi di protezione individuali come tute, guanti e mascherine.

USB Logistica invita a segnalare tutte le situazioni nelle quali non siano rispettati gli standard di sicurezza. Dopo il necessario riscontro USB Logistica provvederà immediatamente a proclamare lo sciopero.

I padroni della logistica facciano lavorare in sicurezza. se si chiudono i magazzini per sanificarli vogliamo lo stipendio intero! Salute! Diritti! Dignità! #schiavimai

 

Unione Sindacale di Base – Lavoro Privato – Logistica

 

USB Piacenza

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati