Motorizzazione Parma, di male in peggio

Parma -

Il datore di lavoro 'se la canta e se la suona': non riconosce l'RLS eletto ed indice nuove elezioni

COMUNICATO INFORMATIVO DGT NORD EST 4   

A tutti i lavoratori e le lavoratrici delle sedi di Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Modena    Parma 10/09/2020

L’Amministrazione informa sul Protocollo Locale covid 19 in "forma anonima" poi… pretende di “scegliere” un RLS di comodo, scavalcando la RSU!!!

L’Amministrazione in data 13 agosto (!) ha inviato alle OO.SS. firmatarie del CCNL e alla RSU una bozza di protocollo Locale COVID 19, che raggruppa, seppur in ordine sparso, una serie di atti, con indicazioni da seguire.

Tuttavia, la trasmissione di tali atti, oltre che il contenuto, sono in forma rigorosamente anonima e ad intuito: se l’intenzione è di convocare i soggetti interessati, saremo ben lieti di partecipare ad un confronto, essenziale per l’interesse dei lavoratori.

L’USB chiederà di esplicitare in forma corretta quanto sopra mediante  la sottoscrizione del contenuto delle email “anonime” ed un incontro di confrontoin merito. (OOSS/RSU/RLS)

Insieme alle semibuone però non mancano le cattive notizie post ferragosto.

Infatti  in data 3 settembre “D’Ordine del dirigente” la Segreteria (sempre in forma rigorosamente anonima), comunica ai lavoratori della sezione di Parma di voler procedere all’elezione del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, (sic!) fingendo di ignorare che il RLS (unico candidato nei termini concessi dalla RSU) sia già stato scelto e opportunamente comunicato dalla RSU alla segreteria in data 21 maggio.

 

La direzione ancora una volta dimostra (non potendo a questo punto che ipotizzare che il suddetto dirigente “ordinante”, peraltro sindacalista rappresentante nazionale UNADIS, ing. Michele Pacciani, non sappia bene ciò che fa):

  1. Di non conoscere le regole di base in materia, e cioè che l’elezione del RLS non sia di competenza della “impresa/azienda” in questo caso "la direzione", ma che la sua elezione spetti ai lavoratori attraverso la RSU, incaricata a rappresentarli;

  2. Si arroga impudentemente la malcelata  presunzione di scegliere un diverso candidato RLS probabilmente di suo gradimento, candidato che non soltanto non si propone alla RSU nei termini dati da quest’ultima, ma che non si propone affatto alla RSU,fino al punto addirittura da trasmettere, guarda caso,  la sua intempestiva candidatura alla sola direzione, cioè dopo che la RSU ha già eletto l’unico candidato. Siamo alle comiche...

 

L’USB stigmatizzando questa ennesima attività palesemente antisindacale ostentata dal dirigente della UMC di Parma, che francamente travalica ormai il limite del ridicolo, se non fossero in gioco le tutele dei lavoratori e lavoratrici soprattutto in questo periodo, ha chiesto  ovviamente l’annullamento immediato della comunicazione delle elezioni aziendalidel RLS, ribadendo così al dirigente, già destinatario di diversi “cartellini gialli” sul piano delle relazioni sindacali, la necessità di rispettare il ruolo che ricopre, a vantaggio di tutti,  se è in grado di farlo.

Vi terremo, come sempre, aggiornati. Qui sul nostro sito le altre notizie e gli aggiornamenti.  

Parma, 10  settembre 2020

USB PI – Unione Sindacale di Base - Confederazione di Parma

USB PI Ministero Infrastrutture e trasporti

In allegato il comunicato impaginato e la richiesta di annullamento elezioni RLS.                                                                                                                                                                          

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni