Parcheggi comunali Bologna, presidio dei lavoratori contro i licenziamenti. Disservizi per la cittadinanza e danno economico per il Comune

Bologna -

Giornata di mobilitazione per i lavoratori dei parcheggi comunali di Staveco e Tanari contro la prospettiva di rimanere senza occupazione dal 1° gennaio 2022. Questa mattina si è svolto un presidio presso l’ingresso del parcheggio Tanari per rivendicare i propri diritti dopo anni di servizio in subappalto prima con Tper e ora con la nuova azienda BomoB, nata dopo la perdita dell’appalto da parte di Tper confronti della multinazionale francese Engie.

Mentre per i lavoratori e lavoratrici ex Tper sono state applicate le norme e le clausole di salvaguardia nel passaggio tra le aziende, nessuna tutela è stata attivata per i restanti lavoratori in subappalto.

Nel frattempo, i parcheggi non sono operativi, gli ingressi non sono presidiati, le tariffe previste per i parcheggi scambiatori non sono utilizzabili e gli utenti non possono abbonarsi, con una perdita anche economica per le casse del Comune.

La USB, ribadendo la necessità invertire la rotta nell’utilizzo sfrenato di appalti e subappalti nei servizi pubblici, chiede a Comune e azienda una urgente soluzione per garantire lavoro e reddito per questi lavoratori.

USB Bologna

3-1-2022

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati