UIL-UDB E IL NUOVO MODO DI FARE SINDACATO: URLARE STANDO ALLA FINESTRA.

Bologna -

Ci scusiamo anticipatamente con i lavoratori per dover ulteriormente tornare su problemi fra le organizzazioni sindacali ma, visti gli eleganti attacchi alla nostra organizzazione sindacale, per onestà e chiarezza ci troviamo a dover ribadire il nostro pensiero sulla vertenza presente nel nostro Ateneo.

Premettiamo che RdB non ha la pretesa di aver capito tutto e di avere in tasca la Verità.

I lavoratori si faranno la loro opinione e alla fine ognuno raccoglierà per quello che semina.

 

L’11 giugno 2008 davanti al Prefetto le organizzazioni sindacali dovevano scegliere se conciliare o se chiamare i lavoratori allo sciopero.

Pur consci di tutti i limiti dovuti al fatto che non si sarebbero potute integrare le somme stanziate per il 2007 in quanto il CDA aveva già approvato il bilancio consuntivo, RdB, insieme a CGIL e CISL, ha deciso di continuare le trattative per l’integrativo 2007 e 2008.

Giova ricordare che la finanziaria del 2006 blocca lo stanziamento per il salario accessorio all’importo stanziato nel 2004, importo che peraltro il nuovo Governo intende ridurre di un ulteriore 10% a partire dal 2009.

UdB e UIL non hanno conciliato: posizione legittima, ma che per norma e per coerenza doveva essere preliminare alla convocazione di uno sciopero. La stiamo aspettando.

 

Le trattative sono riprese con la convocazione da parte dell’Amministrazione delle organizzazioni sindacali CGIL e CISL e della intera RSU, delegati RdB, UDB e UIL compresi.

 

Al contrario di quanto affermato da UdB la trattativa non si è svolta nella giornata di sabato, in una Bologna festante, ma di venerdì, con inizio ore 9.00 e si è protratta fino alle 18.00.

 

Come capirete non c’è stato nulla di carbonaro, tant’è che vi hanno partecipato anche due delegati della UIL (concilianti o non concilianti? o poco concilianti? mah!) eletti in RSU. I delegati di UdB in RSU, in questo caso, non si sono nemmeno  presentati.

 

RdB in Ateneo continua a lavorare cercando di perseguire gli interessi dei lavoratori, i quali avranno tempo e modo di scegliere liberamente chi meglio li rappresenta e di esprimere i loro giudizi.

Se oggi ci sono posizioni diverse fra le organizzazioni sindacali le rispettiamo tutte e non ci vergogniamo certo della nostra che è il frutto di una discussione collettiva che prende in esame di volta in volta le situazioni concrete con le quali siamo chiamati a misurarci.

 

Seppure in Ateneo RdB ha un unico rappresentante eletto nelle RSU, ricordiamo che le strutture RdB sono presenti su tutto il territorio nazionale, negli altri Atenei e non solo.

Poter confrontare e condividere le posizioni espresse dai singoli delegati nelle varie aziende ed enti, coordinare azioni che abbiano un respiro non solo aziendale,  giustifica il nostro impegno e l’idea che abbiamo del fare sindacato.

 

E mentre nel nostro Ateneo c’è chi continua a volgere lo sguardo esclusivamente al proprio ombelico Brunetta & amici riducono ulteriormente l’accessorio, trasformano le università in fondazioni, attaccano i lavoratori pubblici su tutti i fronti. Speriamo almeno che da UDB non ci venga imputato anche l’operato di questo governo!

 

Che sia l’autunno il periodo buono per il “Vero Sindacato di Base” per manifestare un qualche dissenso, come del resto ci stiamo preparando a fare nuovamente noi costruendo uno sciopero generale, insieme alle altre organizzazioni sindacali di base che evidentemente non fanno parte del club del “Vero Sindacato di Base”  ?

Di seguito un resoconto della trattativa, di certo più interessante della querelle in atto fra le OO.SS.

 

CCIL 2007

Il CCIL 2007 si è chiuso con quasi tutti gli istituti gestiti di fatto con l’ultrattività del CCIL 2006. La discussione ha quindi riguardato la gestione dei residui che ammontavano a circa 413.000 euro. La trattativa si è conclusa su questa base:
- 77.000 euro sono stati restituiti sul capitolo degli EP, in quanto su questa voce nel 2006 c’era stato un avanzo - di circa 80.000 euro - che era confluito su altri capitoli dedicati alle categorie B-C-D.
- 72.000 euro vengono imputati sulle prestazione orarie aggiuntive (straordinari) per consentire il saldo delle ore svolte nel 2007, considerando anche la quota relativa agli adeguamenti contrattuali.
- 264.000 euro vengono imputate sull’IMA con la clausola che i residui su tale capitolo, che ovviamente - essendo l’anno già chiuso - sono già stati definiti in 264.000 euro (per non tralasciare nulla si evidenzia che 66.000 residuavano proprio dall’IMA), vengono ripartiti tra i B-C-D che nel 2007 hanno percepito da c/terzi, Merloni e salario accessorio su fondi della Sanità un importo non superiore a 1500 euro (390 persone circa).
Pur in presenza di cifre modeste – si tratta di un centinaio di euro a persona – si introduce un principio volto ad attutire le sperequazioni presenti tra i lavoratori. Strada che intendiamo perseguire anche per il CCIL 2008.

Protocollo sull’indennità di responsabilità per il personale di categoria B, C, D


Si tratta di un protocollo complesso che tenta di mettere ordine, individuando le figure professionali aventi diritto all’indennità, ad una materia che ha visto sinora prevalere un metodo che premiava alcuni, dimenticando magari altri che svolgono le medesime funzioni in una struttura diversa. Si è previsto un confronto periodico per valutare l’inserimento di nuove figure.


Riguardo alle figure tecniche di laboratorio (funzione specialistica), l’Amministrazione ha assunto l’impegno a monitorarle entro tre mesi dalla data di sottoscrizione. Conclusa l’analisi, l’individuazione delle tipologie e dei requisiti minimi compete ad un tavolo bilaterale Amministrazione-Parti Sindacali, i cui esiti 
diverranno parte integrante dell’accordo.

La decorrenza economica e giuridica è stata pertanto prevista a far data dall’ 1/01/09.

 

Il 4 luglio inizia la trattativa per il CCIL 2008 terminata la quale RdB presenterà al giudizio dei lavoratori gli accordi che saranno intercorsi.

 

 

 

Bologna, 2 luglio 2008         RdB/CUB Pubblico Impiego - Università

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati