Ikea Piacenza, riuscito lo sciopero per la malattia pagata al 100%. Dopo due anni Coop San Martino accetta di incontrare USB

Piacenza -

I lavoratori della Coop San Martino in appalto nel magazzino Ikea di Piacenza hanno scioperato oggi compatti con USB e per la prima volta l'appaltatore ha accettato di incontrare l’Unione Sindacale di Base, da due anni sindacato maggiormente rappresentativo nel magazzino.

Coop San Martino si è resa così disponibile a trattare con USB, a partire dal punto focale dello sciopero: il riconoscimento della malattia al 100%, per evitare che a fine mese ci si ritrovi con buste paga di poco superiori ai 400 euro.

Al rappresentante della Coop San Martino è stato consegnato un documento con in calce le firme di 150 lavoratori. Stessa cosa è stata fatta nel pomeriggio nella Prefettura di Piacenza, dove una delegazione USB ha incontrato il capo di gabinetto e un rappresentante dell’Ispettorato territoriale del Lavoro.

Si apre un percorso nuovo nel magazzino Ikea, perché la lotta paga sempre

#schiavimai

Unione Sindacale di Base - Logistica

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati